Capoluogo della Basilicata

Da bruco a farfalla, da farfalla a lombrico, a unicorno, tartaruga e leone.
Ho smesso di credere nel collettivo a favore della forza del singolo, dei singoli.
La potenza si acquisisce prima da soli e poi alleandosi.
In questo modo la somma delle parti è maggiore del tutto. Non è inverso il processo, dove il singolo si aggrega al collettivo per amalgamarsi alla sua potenza.
Stormi di unicorni non greggi di pecore.
La pienezza di sè come debolezza dell’essere umano.
“Dubita della sua pienezza che difende con i denti e con le unghie.”
Se tu avessi un piccone abbastanza arruginito per colpire quella difesa vedresti che dietro quell’essere umano non rimarrebbe che un ansia vicina alla paura del vuoto.
Come aiutare queste pecore? In nessun modo.
Continua a coltivare la tua di potenza, abbandona il collettivo da cui nutri te stesso e soffri le pene del vero inferno per poi riemergere.
Adesso puoi cominciare a ricercare quella pienezza del sè, ma non assumere come maschera questo atteggiamento, quella è solo apparenza.
Io parlo di una pienezza dello spirito, del tuo singolo spirito, parlo di forgiare un nucleo inattaccabile dentro di te che si ripercuota sulla coreografia della tua vita in modo che essa diventi l’espressione di te, non quella del collettivo.
Lì non c’è forgiare, c’è imitare, e questo ha il mero retrogusto della competizione.
Chi sta in alto non ha da competere.

Abbandonare sempre i porti sicuri, prima regola.
“Navigare”

Castello

Annunci

One thought on “Capoluogo della Basilicata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...