L’eterno

 

 

Se ne va in giro, regalando fiori di niente

confiscando i lumi di chi non è rimasto attento

riempie l’aria di irrealizzate bellezze

Gemendo gioie che non proverà mai

 

 

 

Stupidi sapienti e mai curiosi ignoranti

hanno scelto la morte dai seni succulenti

bastava sporgersi ancora e brindare alla noia

E il mare più vasto li avrebbe annegati

 

 

 

Ma il continuo seguire l’eterno pastore

partorisce feti orrendi di grigio bagliore

la speranza si scava da sola la tomba

Mentre uno stanco pianeta continua a girare

 

 

 

Gira e gira sempre in tondo

ed è dopo che viene il bello

cascava il mondo, e anche la terra

Cascavan tutti giù per terra

 

 

 

I bimbi più piccoli dicevano il vero

il proprio destino cantavano in coro

è meglio girare che accumular tesori

Tanto si sà, in fondo è solo un gioco

 

 

 

E non resta che ribadire il giusto all’errato

senza cedere un passo di fronte al rancore

quel che è senso comune noi non facciamo

Noi amaramente vi perdoniamo..

 

Annunci

One thought on “L’eterno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...