L’albero di Piazza Dresda

C’è un albero in Piazza Dresda dove lascio poggiato il mio amore. Lo lascio qui, dove mi sono seduto per scriverlo. Tornerò a prenderlo con qualche anima meritevole, forse da solo, se meriterò, forse con lei. Lo lascio qui, sotto quest’albero, al riparo da tutto tranne che dalla grandine e dai fulmini. Non lo abbandono, piuttosto lo lascio come si lascia un bimbo a una badante o come si lega un cane fuori da un supermercato.

Spero di non usare più inchiostro per mettere in fila le parole tristezza infinita.

Una porta verso infiniti mondi sono e vengo richiusa dopo appena un occhiata dallo spioncino. D’altro canto a me rimane chiusa solo una porta di un palazzo enorme che nemmeno in un paio di vite riuscirei a visitare.
Una porta chiusa a chiave dall’altra parte. L’ala segreta. Ogni luna piena che verrà proverò a bussare a quella porta per vedere se dentro l’amore risponderà o se troverò costantemente rabbia e solitudine cavalcate dall’alcool. Ogni ciclo, ogni mese.

Intorno all’albero un manto di foglie gialle riposa, ne scanso il giusto che serve per dare forma ad un cuore.

Inizia a piovere adesso.

Andiamo nero cane, andiamo a casa senza amore.

Annunci

2 thoughts on “L’albero di Piazza Dresda

  1. Pingback: La regina di cuori | Lorem Ipsum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...