Il treno

 

Per qualche strano motivo, ho visto più albe che tramonti. Più buio che luce.

E non ho detto guardare.

Mi sento appeso fra due mondi, appeso fra un sogno e uno spazio vuoto ancora da sognare.

I miei occhi non vogliono smetterla di voler vedere. Non riesco più a tenerli chiusi. E anche quando li chiudo, riappare la stessa luce, lo stesso stupore.

Il cuore mi batte forte, e sento un peso che mi schiaccia il respiro. E’ dura mantenere questa attenzione. Tanto quanto ascoltare questo senso di fallimento.

Evitare continuamente il divano, il domani.

Immagino come sarebbe vivere senza poterlo mai più avvertire come un treno che mi viene incontro.

Che acceleri ora!

Che vada ancora più forte, allungandomi ogni istante.

Io sono il treno. E il treno adesso non lo vedo più.

Ma so che presto lo rivedrò cibarsi, lentamente, del mio tempo, di tutto il mio tempo.

Non resta che prendere in ostaggio il conducente

Rendendo così la propria vita

Un’unica impressionate emozione!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...