Un altro fiore del male

Lo sguardo sul fiume da quel ponte ha il nome di suicidio.

Una leggera brezza che passa dal collo smuove timidamente quelle acque, che stanno in attesa di concentrici cerchi.

Lontano lavorano delle persone, costruiscono una strada che in queste notti nessuno calpesterà mai.

Dall’altro lato del ponte tira la stessa brezza e una bionda figura si ferma a scrutare di sotto. Il suo sguardo ha un altro nome però.

Non trovo più il fante di cuori nelle mie tasche e chissà quando incontrerò la regina di picche che nome adotterà questo suicidio.

Sputo nell’acqua e gli dono quei cerchi, più piccoli:
non è un buon giorno questo per morire.

Annunci

2 thoughts on “Un altro fiore del male

  1. Pingback: Settimana di ponte « Lorem Ipsum

  2. Pingback: L’ultimo sogno di Dio | Lorem Ipsum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...