Colloqui, lauree, volantini. (Aprile continua ad essere il più crudele dei mesi)

Colloqui, lauree, volantini

Esistono due tipi di colloqui. Quelli per un lavoro a cui brami e quelli per i lavori demmerda. E’ molto semplice. Ai colloqui del primo tipo uscirò di casa due ore prima con gli urti di vomito e poi dopo il colloquio deriverò, nel senso debordiano, fumando sigarette, per il centro, con grumi neri nella scatola nera, con passaggi illogici in quella che un’autonarrazione dovrebbe essere. Ai colloqui del secondo tipo scoprirai che ti hanno preso prima ancora di aprire bocca, andrà tutto storto, eppure sarai assunto. Accetterai il tuo lavoro demmerda, aspettando che ti rispondano quelli del primo colloquio, sospettando il dramma, ma raccontando-mi ottimista, raccontando-mi ancora sugli scudi per tutto quello sforzo (streben) che rimarrà abortito.

Le lauree che lo si voglia o meno, perché siamo binari, perché zero e uno saranno sempre infinitamente diversi e altro e maggiori da uno e tutto il resto, ebbene le lauree con tutte le infinite gradazioni che la dialettica materialista sarebbe così capace di illustrare, ebbene le lauree si potranno sempre riassumere con un espressione e l’espressione è matrimonio siciliano, se si vuol fare un pò gli snob per quei motivi che la dialettica materialista illustrerebbe, ebbene si dica all’inglese, sicilian wedding, e andremo via tutti quanti contenti.

I volantini che mi porterò in giro nella borsa, tutto il giorno e poi anche le notti di primavera. Risulterò molto bravo, un vero campioncino nella distribuzione di volantini, con le mie quasi due lauree era il minimo che ci si potesse aspettare. Derivare non sarà più solo derivare, ma tutto un vero e proprio produrre reditto, poco, infimo, ma pur sempre produrre. Sarà autonarrazione, sarà qualcosa di cui dirsi, sarà schermo, sarà apertura di mondi. Parlerò con vecchie, mi apposterò fuori dalla mostra dei fiori, con Mohammed che vende gli accendini e aspetteremo al varco i nostri clienti. E poi aspetterò che la gente esca dal Mandela Forum all’assemblea del Manifesto. Aspetterò con il guardiano della sorveglianza che non mi ha fatto entrare, per giustificare i suoi 4 euro l’ora, contro i miei 5, a nero, del resto. Tutto molto nero e questi volantini chiari che la gente getterà, ma solo una volta che ha girato l’angolo.

28:4:2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...