Il disagio e l’amore

Un mago nero e un mago dipinto si agitano in me. L’uno profondo e definitivo è mosso dal disagio, l’altro leggero, in punta dei piedi muovi i suoi passi e riempe il suo spazio con il sole e con la luna.
Si tengono lontani a vicenda, si guardano male a distanza, mostrando alto il volto, stando attenti a non inciampare. Quando casca uno, infatti, l’altro prende il sopravvento imponendo il suo colore sull’universo limitrofe, al di qua del bene e del male. Questo mago non striscia però, e quando si rialza, con lo stesso volto tenuto alto riallontana l’altro mago, aspettando la sua di caduta, per imporre, questa volta, il suo di colore.
Alternando alla pesantezza la vivacità dei fenomeni, eclissandosi a vicenda, continuano il loro gioco.
Un mago nero e un mago dipinto si agitano in me. Come un ragno nero e un ragno dipinto tessono le loro ragnatele. Come se io fossi la mosca, spesso, ci finisco inerme nel mezzo.
E’ successo. Mai avevo visto questa parola, il successo, come ciò che è accaduto, è successo. Il successo.
Certe volte l’ho visto. E’ successo.
Il mago nero e il mago dipinto, per sbaglio, si sono incontrati. I loro passi, insieme, hanno mosso. Ed io non ero più la mosca che finiva inerme nella loro ragnatela. Io divenivo la mosca da cui partiva intorno a sé la ragnatela, perfetta. Divenivo la mosca al centro della ragnatela. Come in una classica metamorfosi mi trasformavo da mosca in ragno. In quel preciso momento, ovunque mi trovassi nella ragnatela, anche nei più lontani incontri delle tele, in quel preciso momento, quando il mago nero e il mago dipinto muovevano i propri passi per mano, allora mi trasformavo da inerme mosca a ragno creatore. Capace di tessere una ragnatela degna di un Mago. Una ragnatela leggera e definitiva. Di qualsiasi colore purché armonica e stabile.
Con volontà e amore tesso quei fenomeni che si incontrano in eventi quando il mago nero e quello dipinto si incontrano e camminano insieme.
Nessuna agitazione.
Solo quello che voglio si crea e manifesta a me in quei momenti.

Annunci

2 thoughts on “Il disagio e l’amore

  1. Pingback: Settimana di ponte « Lorem Ipsum

  2. Pingback: L’ultimo sogno di Dio | Lorem Ipsum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...