S.N.D.4- Lettere motivazionali della follia

All’attenzione della redazione della Gazzetta dello Sport,

Mi chiamo Simone Lisi e sono uno studente di Filosofia presso l’Università di Firenze. La mia passione è la scrittura, la filosofia e il calcio. Credo che la mia partecipazione al vostro stage sarebbe per me una grande possibilità di coniugare le mie passioni, passioni che, purtroppo a causa di certi pregiudizi, sono situate oggi molto lontane tra loro. Il calcio, la scrittura e la filosofia sono concetti che a mio modo di vedere dovrebbero accostarsi e dialogare tra loro per poter restituire la meraviglia che ciascuna di queste discipline è in grado di testimoniare. Non ho studiato giornalismo (fatta esclusione per un corso durante i miei anni liceali), però ho partecipato ad alcuni concorsi di scrittura, vincendone due: uno presso lo storico Gabinetto Viesseux di Firenze, l’altro presso una casa editrice milanese, la Marcos y Marcos, e in entrambi i casi i miei lavori sono stati pubblicati in delle antologie di racconti. Se Vi presento la mia candidatura per questa borsa è perché ritengo, in conclusione, che il calcio sia un valore per il nostro Paese e dovrebbe essere nobilitato quanto più possibile in quanto rappresenta quella autentica cultura popolare che non ha il diritto di essere confinata a distrazione o chiacchera da bar, contro l’atteggiamento snobistico e di sufficienza che purtroppo le rivolge la cosiddetta “cultura superiore”. Leggendo il mio curriculum vi renderete conto che quello che ho da offrire non è molto: nessuna esperienza lavorative, e oltre ad una laurea in filosofia quello che posso proporVi è una passione: passione per la filosofia, per il calcio e lo sport in generale e per la scrittura. Concludo, ringraziandovi in ogni caso per l’attenzione, con questo aneddoto. I genitori di mia madre si trasferirono a Firenze dalla Puglia nei primi anni sessanta. Erano poveri, lavorarono tutta la vita facendo le pulizie nell’università di Filosofia, la stessa dove poi io avrei studiato. Coincidenze. Non ho conosciuto mio nonno, che non aveva studiato, che lavorò duramente tutta la vita, ma mia madre mi dice sempre, quando parliamo di questa storia, che nonno Giuseppe aveva sempre un libro in mano, o un fumetto o un giornale. Che leggeva sempre, che gli piaceva leggere di calcio. Penso che alla fine si torna sempre a quello che siamo, anche se studi per anni Hegel e Kant e ti laurei con una tesi su Nietzsche e la crisi dell’Occidente.

Cordiali saluti

S.L.

Annunci

2 thoughts on “S.N.D.4- Lettere motivazionali della follia

  1. Gentile Candidato,

    desideriamo ringraziarLa per aver partecipato alla selezione per le Borse di studio intitolate alla memoria di Giorgio Giavazzi.

    Pur avendo privilegiato, nel caso specifico, altre candidature, Le auguriamo un futuro professionale ricco di soddisfazioni e di pagine da scrivere.

    Cordiali saluti,

    RCS MediaGroup S.p.A.

    Divisione Quotidiani
    (Brucia all’inferno per l’eternità)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...